Caffè Malatesta

Caffè Malatesta

Lunedì 14 Marzo 2016 - 16.22

Torrefazione artigianale autogestita

Il progetto Caffè Malatesta nasce a Lecco nel gennaio 2010 quando per un gruppo di giovani provenienti da diverse esperienze (chi dall'attivismo, chi da progetti di autogestione, chi semplicemente da anni di studio o lavoro precario) si apre la possibilità di utilizzare a titolo gratuito una macchina per la torrefazione in disuso da diversi anni, presso la sede del G.A.S. di Lecco (Associazione Comunità della Sporta). Da un'attività sperimentale nasce in breve tempo un collettivo con la volontà di creare una realtà lavorativa autogestita e basata su dinamiche decisionali antiautoritarie, nella convinzione che un diverso modo di vivere la produzione e il consumo possa essere perno di un cambiamento sociale in senso solidaristico, in alternativa ad un'economia capitalista che è predatrice di culture, territori, tempo e spazio delle nostre vite. In due anni di lavoro crescente e di numerose nuove relazioni con gruppi d'acquisto, associazioni, compagni e amici, hanno avuto modo di approfondire e sviluppare la lavorazione artigianale del caffè, nonché di mettere in moto contatti e collaborazioni per lavorare una materia prima di qualità proveniente da circuiti solidali slegati dai canali commerciali convenzionali.

Le provenienze del caffè verde
Sin dall'inizio del progetto si sono posti l'obiettivo di approfondire le situazioni specifiche dei produttori e stabilire progressivamente dei contatti il più possibile diretti con i coltivatori, evitando la mediazione di un importatore che, inevitabilmente, punta al profitto anche su prodotti "etici" come quelli certificati FairTrade e Bio.

Attualmente riescono ad utilizzare per le miscele Caffè Arabica proveniente da progetti di solidarietà e commercio equo: importano caffè dal Guatemala attraverso la Cooperativa Mondo Solidale (realtà marchigiana che ha sviluppato un importante progetto con la piccola comunità di El Bosque, nel municipio di Santa Cruz Naranjo), mentre il caffè proveniente dall'Honduras e dal Chiapas viene importato in Europa dalla Cooperativa libertaria tedesca Cafè Libertad, un collettivo di lavoratori che dal 1999 mantiene i contatti con diverse cooperative caffeicole del Centro America tra cui quelle che operano nelle comunità zapatiste del Chiapas, occupandosi della distribuzione in Germania. I Caffè Robusta che sono utilizzati in alcune nostre miscele (provenienti da Tanzania e Indonesia) sono certificati FLO (FairTrade Labelling Organization), rispettando perciò i parametri del commercio equo per quanto riguarda diritti sociali, condizioni lavorative e prezzo pagato al produttore.

A partire dalla primavera 2011 il collettivo Caffè Malatesta si occupa anche della torrefazione e del confezionamento del Caffè Durito, 100% Arabica Biologico prodotto dalla cooperativa zapatista Yachil in Chiapas (Messico), e distribuito da una rete di gruppi solidali in tutto il centro-nord Italia: la Coordinadora (coordinadora.noblogs,org). Questa collaborazione con la Cordinadora, insieme all'importante rete di diffusione effettuata dai G.A.S., rappresentano la concreta possibilità di costruire reti di solidarietà esterne e realmente alternative rispetto al mercato convenzionale e alla grande distribuzione.

la giovane squadra

Consegne

Consegna mensile (terzo sabato del mese): ottobre, febbraio, giugno.

Via Ettore Monti, 23
23851 Galbiate LC
Italia